Cartomanzia: statistiche e curiosità su quest’arte divinatoria


La cartomanzia è un’arte divinatoria nata molto tempo fa ma che solo ultimamente sta avendo molti riscontri dagli italiani che, un po’ per il periodo che si sta vivendo e un po’ per curiosità, si stanno avvicinando a questo mondo misterioso e intrigante.

Cartomanzia

La cartomanzia avviene tramite il consulto di un mazzo di carte che possono essere quelle tradizionali oppure quelle specifiche come i famosi Tarocchi e le Sibille: quest’ultime sono illustrate e sono più semplici da interpretare. Esistono anche le carte zigane, parigine, italiane sempre usate per avere un consiglio su qualsiasi cosa. Le carte più conosciute e più usate dalle cartomanti o dai cartomanti rimangono comunque i tarocchi di Marsiglia contenenti 78 carte divise in Arcani Maggiori e Arcani Minori.

Sono molti gli italiani che si affidano alla cartomanzia

Sono molti gli italiani, come detto prima, che un po’ per trovare conforto o semplicemente per curiosità , quotidianamente consultano i cartomanti per avere un consiglio di varia natura o per dare una sbirciatina al futuro sempre con la consapevolezza che si tratta di una visione individuale che può essere però diversa da quello che la persona vorrebbe sentirsi dire.

Alcune statistiche effettuate di recente hanno svelato che alcuni italiani non vogliono rinunciare al consulto dei cartomanti e dei sensitivi. Anche il momento critico e triste in cui viviamo sta portando alcuni italiani a ricorrere a questi mezzi per trovare una speranza e lo fa proprio mediante queste figure che cercano, con professionalità e sensibilità, di dare consigli su come gestire un determinato momento che si sta attraversando, sia in ambito sentimentale che in ambito professionale.


Il tutto per avere un po’ di pace in questo mondo che ormai sembra andare per conto proprio. Parlando di numeri e percentuali sono almeno il 20% gli italiani che decidono di affidarsi a sensitivi e cartomanti per ottenere consigli di vario genere e per essere aiutati a risolvere qualche problemache può presentarsi nel corso della vita. Percentuale alta che giustifica i molti siti che parlano di cartomanzia e arti divinatorie che si trovano nel web che offrono il servizio richiesto a  pagamento.

Più o meno il 20% degli italiani corrisponde a circa 13 milioni di persone, numeri che sono destinati ad aumentare a quanto pare. Nel Nord la percentuale di italiani che si affida ai sensitivi è pari al 42% (la Regione dove si trova il maggior picco di richiesta per un consulto è la Lombardia), al Centro il 30% e al Sud il 28%. Bisogna anche dire che la tariffa base per chiamare un veggente, nel corso degli anni, si è abbassata notevolmente.

Ma quali sono i temi predominanti su cui i cartomanti lavorano ogni giorno?

La prima risposta che viene in mente è l’amore ma paradossalmente non è così: infatti il tema che viene più affrontato e per il quale si chiede aiuto è il lavoro e il denaro e questo perché la crisi ha colpito molte persone e di conseguenza è cresciuta la richiesta di consulto in questi settori.

Il luogo più gettonato dove viene richiesto un consulto è sicuramente il web che offre svariati servizi a prezzi sicuramente più bassi rispetto ad un appuntamento fisico.

Condividi