Come aumentare il Pagerank


Per aumentare il PageRank del proprio sito web è utile preferire pagine con il minor numero possibile di link. E’ bene, poi, controllare se la pagina attinente è indicizzata in maniera ottimale da Google; controllate, inoltre, anche la meta tag robots e il robots.txt, appurando che la pagina non sia estromessa dall’indicizzazione. Puntate, dopo, sull’importanza degli inbound link dalle directory come DMOZ e Yahoo, di grande importanza nell’algoritmo di Google. È bene progettare al meglio il proprio sito o blog perché ricevere link dall’esterno ha una importanza rilevante, ma spesso può risultare di non facile controllo. Per cui, attraverso lo studio dell’algoritmo della PageRank di Google potrete constatare che ciascuna pagina impartisce una capacità all’altra, tramandando in parte il suo PageRank. Se cercate di ottimizzare il PR del vostro sito, cercate di evitare d’inserire molti outbound link dalle pagine con un elevato PageRank, perché una fetta consistente del PR lo tramanderete al di fuori, anziché trasferirlo alle vostre pagine interne. Quindi, scegliete la via tipica, cioè quella di dar vita ad una pagina destinata ai link esterni, e collegate da quella gli altri siti.


Nel caso in cui dovessero essere molti, i link, si rivelerà essere utile suddividerle in categorie, per argomento, ecc. Evitate d’inserire contenuti duplicati giacchè nell’algoritmo del PageRank, Google può riconoscere le pagine copiate. Prima ciò determinava l’abbassamento del PR di ambedue le pagine, ora, invece, è protetta la PR della pagina in precedenza indicizzata; quindi, è sfavorita la PR della nuova che potrà anche essere indicizzata, tuttavia, la sua PR avrà, indubbiamente, un valore più basso. Infine, il vostro sito può anche essere ideato in modo tale da spostare più PR su una pagina particolare a svantaggio di altre. Create, a tal proposito, un link indirizzato a questa da tutte le altre singole pagine linkando, per esempio, alla root del sito o blog il vostro logo.

Condividi