La televisione sociale e Facebook


Avete mai sentito parlare della “televisione sociale“? Beh in america ormai sono diversi anni che i cittadini riescono a dare la propria opinione in tempo reale nel corso di telegiornali, programmi di approfondimenti o qualunque trasmissione vada in diretta alla ricerca dell’approvazione collettiva.

facebook tv social

Anche in Italia sembra iniziare a prendere piede quindi questa televisione sociale, un modo per rendere più dinamico il modo di guardare la televisione rispetto ad alcuni anni fa. Ovviamente come non citare che al centro di questo nuovo fenomeno in netta espansione ci sia il numero uno dei social network presenti sulla rete, ossia quel Facebook che vanta un miliardo di utenti in tutto il mondo e che ogni giorno entra nella testa di tutti coloro che accendono il pc e hanno voglia di condividere qualcosa.



In pratica la televisione sociale non conta più quanti telespettatori sono davanti il piccolo schermo, ma quanti di essi vengono coinvolti in qualche modo (ilike, commenti, condivisioni o post) nella trasmissione in onda. E la nostra televisione ha già fatto i primi conti con alcune trasmissioni: dalla RAI che con Ballarò e la Prova del cuoco ha raggiunto migliaia di fans, passando per la7 con il talk show a sfondo politico Piazza Pulita o per la tv satellitare Sky che ha ottenuto diverse soddisfazioni sociali dal reality “The Apprentice” in cui è protagonista Flavio Briatore. Tutto questo non è altro che un primo segnale che dimostra come per l’ennesima volta la televisione sta cambiando volto: la gente non vuole più avere un atteggiamento passivo quando è in onda un programma, ma vuole partecipare in prima persona, anche solo apprezzando con un “mi piace” quanto di buono si stà vedendo. Insomma sempre di più il fenomeno social network entra nella nostra vita, ma una domanda adesso ci viene spontanea: fin dove arriveremo?

Condividi