Ottimizzare gli spazi del tuo Hard Disk con MyDefrag 4.2.9


Pro o contro la filosofia della deframmentazione siamo tutti concordi che in alcuni momenti della vita del nostro computer sia necessario dargli una piccola mano a riordinare l’archivio, eventualmente ripararlo ed ottimizzare gli spazi.

MyDefrag 4.2.9

Per quanto infatti siamo abituati a veder sparire gli oggetti da una cartella per comparire in un altra con pochi click, dopo un po’ di installazioni, dis-installazioni, cancellazioni, aggiunte, etc anche il nostro povero Pc potrebbe andare in confusione e potrebbe accorgersi che è necessario effettuare un po’ di pulizia di primavera prima di continuare con il suo lavoro. È in questi casi che può tornare utile avviare un processo di deframmentazione che, a seconda del carico di dati del computer e della sua potenza, può richiedere da pochi minuti a diverse ore di lavoro. Per deframmentare il proprio Disco è necessario utilizzare dei programmi adatti. Per windows esistono delle applicazioni che vengono automaticamente installate sul computer insieme al sistema operativo, ma si può anche decidere di installare un programma a parte di nostra fiducia. Uno che vi consigliamo è MyDefrag 4.2.9, considerato uno dei migliori, e recentemente aggiornato con una nuova release che offre ancora più ottimizzazione. Alcuni conoscono questo programma come JKDefrag, MyDefrag 4.2.9 è rilasciato gratuitamente, disponibile, purtroppo, solo per Windows, è stato recentemente riveduto e tradotto in italiano (oltre a numerose altre lingue).


Purtroppo però il sito web ufficiale del prodotto resta in lingua inglese, ma questo non dovrebbe essere un problema perché il software MyDefrag 4.2.9  è così intuitivo da non richiedere supporto online o assistenza di alcun genere. MyDefrag 4.2.9 permette di regolare le impostazioni del programma e stabilire scadenze regolari (settimanali, mensili, etc) per l’analisi dei file e l’eventuale deframmentazione. La deframmentazione può inoltre essere eseguita su tutti i dischi rimovibili collegati al PC. Un solo effetto collaterale è lamentato da molti utilizzatori, il programma richiede molta energia, può insomma eseguire una deframmentazione perfetta ma questa può richiedere anche moltissime ore (in cui il computer non può essere utilizzato per normali attività) ed occupare infatti tutta la CPU durante il processo di “movimento” dei dati. È anche vero che molti altri software per deframmentare hanno lo stesso genere di problema in quanto l’azione in se richiede una particolare cautela. Gli sviluppatori, comunque, stanno lavorando per migliorare sotto questo profilo MyDefrag 4.2.9 e già dalla prossima versione potrebbero esserci dei cambiamenti sensibili ed un aumento di velocità di esecuzione.


Condividi