Pubblicità su Facebook


Tutta la pubblicità presente su Facebook è simile, se non uguale, a quella di Google. Nella maggior parte dei casi, si tratta di annunci (o inserzioni) visualizzati in una sola colonna, precisamente sulla parte destra dell’interfaccia del sito web. Nello specifico, c’è un titolo di massimo 25 caratteri, una descrizione di massimo 135 caratteri, un’immagine o una foto e l’indirizzo di destinazione del link (landing page). Le tipologie d’inserzioni che possono essere attivate su Facebook sono varie: annunci classici verso landing page esterne, annunci per promuovere e notizie sponsorizzate. Inoltre, l’elevata frequentazione del social network, permette di raggiungere:


  • Utenti della zona d’interesse
  • Utenti di un determinato sesso
  • Utenti con una determinata situazione sentimentale
  • Utenti con determinati interessi
  • Utenti con una determinata fascia di età

In poche parole, è possibile creare annunci diretti a un certo tipo di target. La pubblicità su Facebook può essere comprata in due modi: Pay per Click o Pay per Impression. Nel primo caso, si paga quando l’utente entra nell’inserzione mentre, nel secondo caso, si paga ogni qual volta l’annuncio viene visualizzato. Ma non solo, è possibile impostare un budget giornaliero che, una volta esaurito, farà in modo che gli annunci non vengano più pubblicati. Sia che si scelga il metodo Pay per Click o Pay per Impression, si deve necessariamente indicare un’offerta massima che si è disposti a pagare per la visualizzazione dell’annuncio. Per scegliere la pubblicità da mettere sul sito web, Facebook utilizza un metodo simile a quello delle aste. A tal proposito, in base alla tipologia dell’annuncio, Facebook consiglierà e indicherà il valore per l’offerta massima che ne consentirà la visualizzazione. Ogni campagna pubblicitaria sarà gestita da un pannello di controllo che permetterà di interromperle in qualsiasi momento. I pagamenti, invece, si effettueranno solo ed esclusivamente  tramite carta di credito.

Condividi